Fumetto, tra Arte sequenziale e Letteratura disegnata

- Associazioni, Associazioni in città, Cultura, Attualità

Sabato 17 febbraio, Fumettomania e la comunità barcellonese hanno vissuto un’intensa serata, in compagnia dei fumetti degli anni Quaranta del Novecento.

Il merito è andato al Prof. Emerito dell’Università di Messina Domenico Dominici, socio del Rotary Club Messina Peloro, che ha intrattenuto i presenti parlando dei fumetti che ha donato alla nascente Biblioteca-Archivio-Museo del Fumetto e dell’Illustrazione, e raccontando di alcuni di essi aneddoti e frammenti della sua giovinezza. Il suo intervento, con una narrazione appassionata e con momenti di nostalgia ha emozionato il pubblico.

«Siamo molto felici di aver potuto organizzare questo piccolo evento-mostra, dopo quasi un anno, nella nostra città», spiega Mario Benenati, Presidente di Fumettomania, «I nostri ringraziamenti vanno al Rotary Club Barcellona, ad Attilio Liga e al dott. Ravidà in particolare, all’Assessore alla Pubblica Istruzione Viviana Dottore, all’Antropologo Damiano Gallinaro (che ha letto l’intervento di Bruno Caporlingua, assente per motivi di salute), a mia moglie Angela per le bellissime foto e a tutti coloro che sono stati presenti sabato all’incontro e domenica alla mostra espositiva. La nutrita partecipazione conferma la dinamicità del tessuto culturale barcellonese e della sensibilità – anche artistica – che, se promossa, può attivare processi virtuosi di crescita e aggregazione di una comunità»

Il primo tra i prossimi appuntamenti sarà il 27 febbraio alle ore 16:30, presso l’Istituto tecnico “E. Fermi”, con l’Arch. Benenati che terrà la sua prima lezione sul linguaggio del Fumetto all’Università della Terza Età (UTE), diretta dalla Prof.ssa Tanina Caliri.

Il titolo dell’incontro è “Il Fumetto, tra Arte Sequenziale e Letteratura Disegnata”.

Il secondo appuntamento sarà il 28 febbraio. Fumettomania si sposterà a Messina per l’inizio nel pomeriggio (alle ore 14:30) dei laboratori all’IC “Giuseppe Catalfamo” del Dirigente prof. Angelo Cavallaro, nell’ambito del progetto Cunt@rti – Raccontare attraverso le arti (progetto realizzato con il sostegno del MiC e di SIAE, nell’ambito del programma “Per Chi Crea”).

Sarà la giovane disegnatrice messinese Valentina Perrone ad affiancare l’arch. Benenati in questa nuova attività laboratoriale, che li impegnerà per 6 incontri pomeridiani (di mercoledì) fino al 4 aprile.

Venti alunni, dopo aver appreso le basi di varie tecniche, tra cui composizione, prospettiva, anatomia, ritrattistica, copia dal vero e/o da fotografia, chiaroscuro, tratteggio e inchiostrazione, potranno realizzare un racconto illustrato basato su fiabe di Calvino, Pitrè, e Gonzenbach.

«Queste nostre attività e collaborazioni con vari territori e contesti sociali sono un esempio dello stile che vogliamo imprimere nella nostra azione culturale», conclude Benenati, «la società civile, le istituzioni scolastiche, il territorio barcellonese e le zone limitrofe, sono tutti contesti che possono essere riuniti nel rispetto e dalla passione per forme d’arte di diversa natura, che concorrono tutte a rendere migliori le nostre comunità e le future generazioni.»