Barcellona P.G., il premio Trinacria Circolare 2022 con Impronta d’Autore dell’Epicentro ad Antonio Presti

- Cultura, Attualità

Si è tenuto sabato un memorabile incontro di riflessione tra Antonio Presti e il Museo Epicentro di Gala, sulla crisi dei valori della società contemporanea e sulla necessità di rifondare la società attraverso l’etica con i canoni della Bellezza.

Grande emozione dei fondatori di Epicentro Nino Abbate e Salva Mostaccio per la consegna del “Premio Trinacria Circolare” e per l’“Impronta d’Autore” che Antonio Presti, l’uomo giusto di Fiumara d’Arte che sta dedicando tutta la sua esistenza alla promozione della Bellezza, ha voluto personalizzare incidendo, al posto dell’impronta della mano, il segno dell’infinito, augurando un’infinità di Conoscenza e Bellezza.

Il pomeriggio di cultura è iniziato con la visita al laboratorio Epicentro, centro di documentazione del Museo Epicentro e al Giardino di Salva, luogo in cui Antonio Presti si è immerso totalmente, portando a conclusione il percorso circolare e riflettendo su possibili progetti artistici di nuova qualificazione artistica contemporanea e nuova promozione nel segno delle luci e dell’acqua, ritenuta l’essenza principale dell’opera da valorizzare ulteriormente.

Un video storico girato a Pettineo nel 1991 da un’emittente locale, durante l’evento di Antonio Presti che prevedeva la realizzazione di un chilometro di tela ad opera di numerosi artisti tra cui Nino Abbate e Salva Mostaccio per realizzare poi un museo diffuso sul territorio, ha anticipato il dialogo e aperto la sessione pubblica dell’evento. La tela “Le radici dell’essere”, che ha girato le principali piazze d’Italia con Nino Abbate e Salva Mostaccio in una mostra-performance itinerante, per la  prima volta, è stata esposta negli spazi esterni del Museo  Epicentro. 

Il mecenate, l’artista, il filosofo della Bellezza Antonio Presti si è raccontato con grande generosità, bontà d’animo e ironia al Museo Epicentro in un dialogo esclusivo con l’architetto Rosario Andrea Cristelli, Direttore del Museo Epicentro che, ha cercato di tratteggiare trasversalmente la figura del mecenate, dell’artista di rilievo nel panorama culturale nazionale ma soprattutto di filosofo, portatore sano di pensiero positivo sulla Bellezza.

Un dialogo profondo e coinvolgente che ha ammaliato il vasto pubblico che solo alla fine ha rotto il magico silenzio per elargire un lungo applauso e diversi attestati di stima per l’ospite d’onore “Premio Trnacria Circolare 2022”.

Pages ( 1 of 2 ): 1 2Avanti »