Barcellona P.G., in città una delegazione argentina da Chivilcoy: sarà donato un altro simulacro della Madonna di Lujan

- Associazioni in città, Attualità

E’ tornata a Barcellona Pozzo di Gotto a distanza di tre anni una piccola delegazione della città argentina di Chivolcoy, che da 10 anni ha avviato un gemellaggio culturale con la Pro Loco Manganaro e con la Società operaia di mutuo soccorso della città del Longano, nata dalla corrispondenza attraverso i social network tra la stessa Boleso e il componente del direttivo della Pro Loco Manganaro Giuseppe Giunta.

Gli argentini Laura Boleso e Julian Maiello sono in Sicilia dallo scorso 21 ottobre e per loro sono in programma alcuni appuntamenti, che si terranno tra Barcellona Pozzo di Gotto e Falcone.

Nel corso della settimana di permanenza in città sono previsti incontri culturali e conviviali con la Pro Loco “A. Manganaro” guidata dal presidente Salvatore Scilipoti, con la Società Operaia di Mutuo Soccorso del presidente Filippo Castellano e con l’Associazione Culturale FilicusArte della presidente Caterina Barresi.

Giovedì 27 ottobre la delegazione argentina sarà ospite del premio letterario di Falcone, dove gli organizzatori omaggeranno gli ospiti con una targa ricordo del gemellaggio culturale tra Argentina e Sicilia, mentre sabato 29 ottobre alle 18, è prevista la consegna del simulacro della Madonna di Lujan alla Parrocchia dei Santi Andrea e Vito, guidata da padre Pietro Benenati. Sarà così ripetuto l’evento del 31 gennaio del 2015 quando la delegazione omaggiò con lo stesso simulacro l’arcipretura della Basilica di San Sebastiano Martire, la cui statua è stata benedetta nel 2019 da Papa Francesco.

“L’iniziativa – chiarisce Giuseppe Giunta – nasce dal desiderio di Laura Boleso e Julian Maiello di donare anche ad una chiesa del versante pozzogottese di Barcellona il simulacro di Nostra Signora di Luján, essendo venuti a conoscenza che la nostra città nasce dall’unione di Barcellona e di Pozzo di Gotto”.

Domenica 30 ottobre Laura Boleso e Julian Maiello ripartiranno per Roma, dove lo stesso Julian Maiello, docente universitario di psicologia a Buenos Aires, presenterà due suoi libri “Giuseppe Garibaldi perfil, de un revolucionario” e “El lenguaje del valor, la ambiciòn, la nostalgia y la gloria”.

.
.