Barcellona, assolti due coniugi accusati di circonvenzione di incapace

- Cronaca, In evidenza

Il Tribunale di Barcellona ha assolto dal reato di circonvenzione d’incapace i coniugi Carlo Russo e Rosaria Cioce con la formula perché il fatto non sussiste.

Gli imputati sono stati ingiustamente accusati di aver ricevuto, in diverse occasioni, un ingente profitto economico da una anziana parente. Nella fase delle indagini preliminari il Gip competente aveva disposto il sequestro del patrimonio dell’anziana donna al fine di evitare eventuali dispersioni. In dibattimento la difesa ha invece dimostrato, anche a mezzo di specifiche prove documentali video ed indagini difensive e varie testimonianze, come i due coniugi hanno agito sempre in buona fede e nell’esclusivo interesse della loro parente, accudendola giornalmente senza ricevere in cambio alcun ingiusto profitto.

Il Giudice, accogliendo la tesi difensiva e la conforme richiesta del pm, ha assolto gli imputati, che nell’intera vicenda giudiziaria sono difesi dagli avvocati Carmelo Pino, Gaetano Pino e Annalisa Munafò, perché il fatto non sussiste.