L’ass. “Angeli sull’Asfalto” denuncia con un esposto la pericolosità della Statale 113 tra Falcone ed il ponte Termini

- Attualità, Provincia

L’Associazione “Angeli sull’Asfalto” di Terme Vigliatore, referente sul territorio per la sicurezza e la prevenzione stradale,  da anni si batte per la riduzione degli incidenti stradali e le loro devastanti conseguenze. 

Dando seguito alle numerose segnalazioni da parte degli automobilisti, sulla base di un accurato studio sul terreno corposamente documentato, ha presentato un esposto sulla pericolosità e l’insicurezza del territorio intercomunale attraversato dalla SS113 tra l’uscita autostradale di Falcone e Ponte Termini sul torre Patrì tra Terme Vigliatore e Barcellona P.G. Nell’esposto si fa riferimento anche alle condizioni della SP71 di Marchesana di Terme Vigliatore. Le segnalazioni sono state inoltrate alla Procura di Barcellona P.G., a ANAS Catania, ai Sindaci dei comuni di Falcone, Furnari e Terme Vigliatore.

I controlli e le accurate verifiche sono avvenute in collaborazione con gli assegnatari dei percorsi di “messa alla prova” in convenzione con UEPE Messina e hanno evidenziato gravi disfunzioni per l’incolumità degli utenti della strada e i cittadini tutti. Ecco il dettaglio:

“Alta velocità”

Superamento persistente della velocità anche nelle ore notturne da numerosi utenti della strada alla guida di ogni tipo di veicolo, anche autoarticolati;

Rumori molesti insopportabili per la popolazione residente provocati, oltre che dai mezzi circolanti ad elevata velocità, anche dal frastuono dei clacson;

“Mancata scerbatura”

Alberi, erbacce, canne, buste e materiali plastici, spazzatura di ogni tipo che lambiscono la sede stradale riducendone uso e visibilità in particolare mettendo a rischio la sicurezza degli utenti più deboli (ciclisti e motociclisti);

“Segnaletica orizzontale e verticale fatiscente o inesistente”

Segnaletica orizzontale, attraversamenti pedonali inesistenti o in condizioni pietose di manutenzione, anche presso incroci  trafficatissimi che portano utenza stradale dai paesi collinari verso i villaggi turistici del mare, come anche sulla SP 71 Marchesana ;

“Avvallamenti sede stradale”

Avvallamenti pericolosi della sede stradale in particolare per i mezzi a due ruote in particolare a ridosso degli attraversamenti delle tubazioni del gas; 

Rumori molesti creati dal passaggio veicolare sugli avvallamenti della sede stradale.

L’Associazione “Angeli sull’Asfalto” ha così sollecitato il ripristino immediato della sicurezza e del decoro di queste due arterie, uniche percorribili alternative alla A20, proponendo :

  • Maggior presenza e monitoraggio delle Forze di Polizia sul territorio, incluse le Polizie Municipali; 
  • Installazione di autovelox fissi nei tratti di maggior pericolosità;
  • Posizionamento di “semafori intelligenti” nei tratti di maggior pericolosità;
  • Studio e posizionamenti di attraversamenti pedonali rialzati in prossimità delle scuole e zone di maggiore densità di popolazione;
  • Uso di resine adatte a migliorare visibilità, durata e resistenza in particolare degli attraversamenti pedonali;
  • Scerbatura programmata durante tutto l’anno e soprattutto a ridosso del periodo estivo.

“Vorrei ricordare a chi ci legge – afferma la Presidente Lucilla Barbasini – che gli incidenti stradali sono la prima causa di morte tra i giovani e giovanissimi, nostri figli e nipoti. A causa dei sinistri autostradali sono mediamente 10 le vittime al giorno in Italia, un numero inaccettabile per un paese civile come il nostro. E’ un dovere mettere in campo ”senza se e senza ma” tutte le azioni di protezione della vita che è un bene inalienabile, il bene più grande che abbiamo”.