“Bipolare”, il nuovo brano di VeiveCura in uscita il 9 aprile

- Musica e Spettacoli

Nel 2020 VeiveCura ci aveva lasciati in balia di “Mantra Rosso”, distribuito col cioccolato di Sabadì. Il 9 aprile tornerà sulla scena con “Bipolare”, il secondo brano estratto dal quinto lavoro in studio “Volersi Bene” in uscita a fine 2021

Cos’è l’amore? È tossica dipendenza e sano bisogno, è luce e buio insieme. Così a volte, si è ostaggio di un sentimento o una persona “Bipolare”. Proprio così si intitola il nuovo brano di VeiveCura in uscita il prossimo 9 aprile, con un testo dalla forte caratura poetica, graffiante e al tempo stesso dolce e accogliente.

Bipolare è l’istantanea di un abbandono. – racconta Davide Iacono – Tra le mura di una casa diventata un tempio tutto è cambiato, si è spento e persi tra piccoli gesti quotidiani ‘poggio la mano sulla tua parte di letto’, riaffiorano i ricordi di un recente passato e le fantasie di un prossimo futuro. Il brano racconta di un amore ormai spento, è una riflessione ad alta voce su una persona forse un po’ bipolare che si è portata via un pezzo di cuore… ‘e non è facile dormire anche di giorno, c’è troppa luce, ho barricato le finestre“.

Un testo dal significato intenso che si accompagna ad una Cover realizzata da ELSI, raffigura due esemplari di pesce spada (disegnati da Sara “Neko” D’Urso) che, desiderosi di un abbraccio, provano ad avvicinarsi. Così facendo, però, probabilmente finiranno per infilzarsi l’un l’altro. Una spada – la loro – che è croce e delizia, un’immagine che va dritta al punto e ci introduce all’interno della narrazione che ci condurrà all’uscita del disco.

Volersi Bene” – il nome del disco – sarà il quinto lavoro in studio di VeiveCura. Negli ultimi dieci anni la band ha stupito il proprio pubblico con album sempre diversi l’uno dall’altro, seguendo comunque un proprio filo conduttore. Sarà anche il caso di Volersi Bene, disco che –come avrete capito– canta l’amore. Ma stavolta lo farà con un linguaggio che rimanda ai cantautori italiani degli anni 70 e 80, pur mantenendo lo stesso spirito visionario e innovativo che da sempre contraddistingue questa band.

 

 

 

FLACCOMIO GIF