Falcone, al via il progetto per l’elezione del consiglio comunale e sindaco baby

- Provincia

C’è grande fermento tra gli alunni dei plessi di Falcone, scuola primaria e secondaria, dell’IC di Terme Vigliatore per il progetto “A scuola di democrazia”, che porterà all’elezione del Sindaco dei ragazzi e delle ragazze del centro tirrenico. È infatti iniziata una vera campagna elettorale, iniziata Il 13 novembre con la presentazione delle tre liste all’ufficio elettorale.

La Lista n. 1, il cui capogruppo è Manuel Bucolo è contraddistinta dal simbolo del falco su sfondo giallo fiammeggiante e dal motto: “ La scuola e il territorio per crescere insieme”; la Lista n.2, che ha come capogruppo Carmelo Catalfamo reca il motto: “ Giovani del presente e del futuro” ed ha come simbolo una barca tinta con i colori della bandiera italiana con a destra un promontorio, che rappresenta la collinetta del Tindari; la Lista n. 3 capeggiata da Sharon Proto, il cui motto è : “ Il futuro è nelle nostre mani” ha come simbolo la Sicilia, di colore verde, collocata su sfondo azzurro, sovrastata dalla scritta Falcone, con a destra tre semicerchi  recanti i colori della bandiera italiana, il tutto sul sfondo azzurro.

Saranno 10 i Consiglieri eletti, oltre il Sindaco, sette di maggioranza e tre di minoranza. Le votazioni si svolgeranno nella sede della scuola Primaria di Falcone giorno 27 novembre 2019, dalle ore 8.30 alle ore 11.30. Gli alunni delle classi IV e V primaria di Falcone e Belvedere e delle Secondaria di primo grado saranno chiamati ad esprimere le loro preferenze per giungere alla designazione di Sindaco e Consiglieri. Le operazioni di voto e di scrutinio saranno seguite da un presidente esterno, designato dall’ufficio elettorale del Comune e da due scrutatori, nominati tra gli alunni della classe III secondaria di I grado (Carbone Silvia e Dahamane Hajar).

“La partecipazione dei ragazzi – sottolinea la dirigente Enrica Marano – è stata, in questa prima fase, molto attiva. Stanno sperimentando la partecipazione democratica alla res publica, rendendosi protagonisti delle varie fasi che conducono alle libere elezioni:  la designazione interna alle classi, attraverso elezioni, dei rappresentanti consiglieri, la predisposizione delle liste su modulistica apposita, la raccolta delle firme per la sottoscrizione delle stesse (20 sottoscrittori per ogni lista), l’ideazione dei simboli e dei motti, presa in carico delle responsabilità di sindaco e di consigliere comunale, attraverso sottoscrizione di apposita dichiarazione, la stesura dei programmi elettorali e la presentazione degli stessi in data 19 novembre in assemblea pubblica presso aula consiliare del Comune”.

“Sono interessanti – continua la Marano – i programmi proposti, che spaziano dall’importanza della cura dei luoghi scolastici e degli spazi verdi, all’interesse verso il territorio e all’emergenza ambientale. Insomma un compito di realtà articolato e laborioso, finalizzato alla promozione del senso di appartenenza alla comunità sociale, allo sviluppo di una coscienza democratica ed egualitaria, alla costruzione di una società ispirata ai valori di giustizia e legalità. Il percorso è in salita…. ma speriamo possano dire: “I care”. Buon lavoro, ragazzi!!!”

 

 

 

 

FLACCOMIO GIF