Calcio Eccellenza, l’Igea perde con l’Enna: decide al 17′ il rigore di Navarrete

- Calcio, Sport, In evidenza

L’Igea scende in campo al D’Alcontres Barone, per la prima volta aperto ad un piccolo gruppo di tifosi. Sugli spalti assistono alla gara circa 250 persone, in gran parte concentrati nei 150 posti disponibili nella tribuna coperta.

Queste le formazioni che scendono in campo per la 5^ giornata del campionato di Eccellenza:

Igea: Lo Monaco, La Rosa, Longo, Tricamo, Cassaro, Sciotto, Ferraù, Assenzio, Biondo, Genovese, Bucolo. All. Furnari.

Enna: Mangione, Spampinato, Russo, Restivo, Giuffrida, Lucero, Amaya, Piyuka, Kabango, Navarrete, Yoboua. All. Catania.

La prima occasione della partita la costruisce al 7′ l’Enna con una punizione insidiosa di Piyucka, che costringe Lo Monaco ad una difficile deviazione in angolo. L’Igea è pericolosa al 20′ prima con una conclusione dal limite di Assenzio, che costringe Mangione ad una difficile deviazione in angolo, e poi con Ferraù con un tiro velenoso direttamente dalla bandierina. La difesa giallorossa al 25′ commette un’ingenuità prima con Tricamo e poi con Lo Monano, ma Kabangu non riesce a trovare il tempo per calciare verso la porta sguarnita. Enna ad un passo dal gol al 28′ con un tocco sbilenco sotto porta di Amaya, su cross di Navarrete. La palla con un traiettoria beffarda è stata intercettata sulla linea dal provvidenziale intervento di Cassaro, che salva un gol già fatto. Al 44′ ancora pericoloso è l’Enna con un colpo di testa di Amaya sotto porta, che non riesce a dare forza alla conclusione, favorendo la parata di Lo Monaco. Il tempo finisce senza gol, con una netta supremazia dell’Enna nel compito delle occasioni da gol costruite.

Il secondo tempo è iniziato senza particolari sussulti, con le squadre che si controllano al centrocampo e con una netta supremazia delle difese sui reparti avanzati di Igea ed Enna. Furnari al 10′ si gioca la carta Multanen, che entra al posto del centrocampista Ferraù, posizionandosi al centro dell’attacco giallorosso, affiancato da Genovese e Biondo. La partita vive un momento importante al 14′ con l’espulsione di Cassaro, che rimedia la seconda ammonizione dopo una fallo su Kabangu. Al 17′ sugli sviluppi della punizione cambia il risultato. L’arbitro Vazzaro di Catania concede un rigore per un presunto fallo di mano di Tricamo su un tiro del Lucero dal limite dell’area. Dal dischetto è Navarrete a trasformare con un destro che spiazza il portiere Lo Monaco. L’Igea subisce il colpo, ma prova a reagire. Al 28′ Multanen non trova la giusta angolazione per impensierire sotto porta Mangione. Al 29′ momenti di paura per un colpo subito in area da Assenzio, che resta a terra per qualche minuto, con la necessità di intervento de medici e dell’ambulanza. Il giocatore è uscito dal campo sulle sue gambe, ma ha dovuto lasciare il campo per far posto al compagno Cardia ed è stato trasportato al pronto soccorso per accertamenti. L’Enna cerca di addormentare la partita e si fa ancora insidioso al 40′ con una conclusione di Amaya. Si attende un forcing dei padroni di casa, che però non trovare la lucidità per impensierire Mangione. L’Igea ritrova la parità numerica al 43′ con l’espulsione di Spampinato per doppia ammonizione, dopo un fallo a centrocampo sulla ripartenza giallorossa. Sono sette i minuti di recupero al D’Alcontres, con l’Igea che cerca un disperato assalto alla porta ennese.

AcquedolciGiarre 19462-1 (sabato)
Ragusa CalcioAciCatena Calcio 19732-0 (sabato)
Aci S. Antonio CalcioSanta Croce 2-0
Atletico CataniaJonica F. C. 0-1
Carlentini CalcioSport Club Palazzolo2-0
Igea 1946Enna Calcio 0-1
Real Siracusa BelvedereMascalucia San Pio X 1-0
Virtus Ispica 2020Siracusa0-1

 

 

 

FLACCOMIO GIF