Igea, vicina la rottura con il tecnico Beppe Furnari

- Calcio, Sport, In evidenza

Ci sono pochi margini per recuperare il rapporto tra il presidente dell’Igea 1946 Stefano Barresi e il tecnico giallorosso Beppe Furnari, che ha guidato la squadra alla promozione in Eccellenza.

L’incontro decisivo si sarebbe chiuso con un rottura, che potrebbe essere formalizzate nei prossimi giorni. Il confronto con il tecnico messinese ha messo in chiaro le diverse posizioni delle parti, con il presidente Barresi che ha chiesto una riduzione del rimborso, che sarà applicato anche ai giocatori. “E’ una scelta necessaria – afferma il presidente – per far quadrare i bilanci dopo una finale di stagione condizionato anche sotto il profilo economico dall’emergenza Covid. Chiederemo a tutti i componenti della rosa un sacrificio per consentirci di programmare al meglio la prossima stagione. Abbiamo proposto quindi la riduzione del rimborso per il tecnico, che non l’ha accetta e, comunque, ha chiesto un paio di giorni di tempo per valutarla. Se non riusciremo a trovare un punto d’incontro a malincuore vaglieremo altre soluzioni, che fino ad oggi non abbiamo ancora preso in considerazione”.

Dall’altra parte, Furnari, nel rispetto della sua professionalità, aveva chiesto almeno lo stesso rimborso dell’accordo che si chiuderà il 30 giugno. “Ho scelto di scendere in Promozione con l’Igea perchè credevo nel progetto e ammiravamo la piazza che sa esaltare la sua squadra del cuore. E’ stata un’esperienza bellissima perchè per la prima volta ho guidare una formazione che poteva contare sul supporto del tifo organizzato. La mia prima scelta per la prossima stagione è l’Igea, ma credo di meritare il giusto riscontro al mio impegno professionale che ho profuso in questa esperienza. Mi sono preso alcuni giorni per dare una risposta alla proposta perentoria che mi è stata fatta senza possibilità di trattativa”.

La sensazione è che l’accordo è lontano e che Igea e Furnari sono destinate a percorrere strade diverse, con grandi dispiacere per i tifosi che avevano apprezzato lo stile e le qualità del tecnico messinese. In questo caso, sarà compito della dirigenza trovare un nome altrettanto valido che possa guidare la squadra giallorossa nell’insidioso torneo di Eccellenza.