Il centrosinistra alle Primarie senza un Pd in grande confusione

- Politica, Ultime Notizie

I partiti del centrosinistra, orfani del Partito Democratico, affronteranno domani l’appuntamento tanto atteso con le primarie, per definire il nome del candidato unico che rappresenterà le esigenze e le proposte del popolo della Sinistra barcellonese, composto dal movimento Città Aperta, dall’Italia del Valori, dal Psi, da Rifondazione Comunista e da Sinistra, ecologia e libertà.
Nel giorno in cui la giunta regionale ha fissato le elezioni amministrative per il 6 e 7 maggio, anticipandole di molto rispetto alle previsioni, la mossa dei partiti del centrosinistra di svolgere le primarie entro il mese di febbraio si è rivelata azzeccata. Resta comunque l’interesse di verifica la partecipazione delle gente rispetto ad uno strumento nuovo, che per la prima volta viene adottato anche per scegliere il candidato a sindaco di una coalizione. Ai nastri di partenza ci sono tre nomi, in ordine alfabetico Gino Caruso del Psi, Maria Teresa Collica di Città Aperta e Cosimo Recupero dell’Italia dei Valori, mentre gli altri due partiti Sinistra Ecologia e Libertà e Rifondazione Comunista, non hanno presentato un loro candidato.
Qualunque sarà l’esito della consultazione, la posizione di tutti i partecipanti è stata ribadita in diversi incontro tenuti in questi giorno, ultimo dei quali stasera in piazza San Sebastiano, per i comizi di chiusura a cui interverranno non solo i tre candidati, ma anche Pasquale Rosania per Rifondazione Comunista e Antonino Novelli per il Sel. “La nostra coalizione può rappresentare un’alternativa chiara e credibile all’attuale amministrazione della città. Qualunque sia la persona scelta dagli elettori attraverso le primarie, resteremo uniti per portare avanti il nostro programma all’insegna del cambiamento e di una nuova idea di sviluppo per Barcellona”
Coloro che vorranno esprimere la loro preferenza, potranno presentarsi con un documento d’identità, presso la sede del centro commerciale naturale dell’Oasi di San Sebastiano, in via San Filippo Neri 17 nella sede dell’Idv, a Pozzo di Gotto in via Garibaldi 622 nel pressi del duomo di Santa Maria Assunta, a Sant’Antonino presso la scuola media “Ugo Foscolo” e a Gala nelle aule dell’istituto che si trova al centro della frazione collinare.