I bambini della scuola d’infanzia Peter Pan hanno presentato lo spettacolo “Musica nel cuore”

- Attualità, 24live School

“MUSICA NEL CUORE” è il titolo dello spettacolo che, nei giorni scorsi, ha visto impegnati i bambini e le bambine in uscita della Scuola dell’Infanzia Peter Pan, facente parte dell’I. C. “Bastiano Genovese” di Barcellona P. G. sotto la dirigenza della prof.ssa Francesca Canale.

Il saggio di fine anno scolastico ha rappresentato, per suoi i piccoli protagonisti e per il pubblico presente, un viaggio nella musica tra i suoni e i rumori della natura, il ritmo e le sonorità del corpo con la body percussion, nel segno della continuità con l’Istituto B. Genovese ad indirizzo musicale.

Lo spettacolo si è sviluppato tra canti in inglese e in italiano per far riflettere i bambini sulla circolarità del tempo, ma soprattutto ha segnato la conclusione di un percorso formativo in cui i bambini di cinque anni, attraverso le note e la gioia nel suonare gli strumenti musicali, hanno sviluppato diverse abilità e conoscenze: non solo elementi della musica, come le note, e il pentagramma, ma anche lo scandire del tempo, dai giorni ai mesi, i suoni e ritmi della natura e quelli del corpo umano, il coordinamento del corpo, attraverso il ballo, il canto e la recitazione.

Al termine dello spettacolo è stato proiettato anche un emozionante video e si sono susseguiti gli interventi della Dirigente Francesca Canale e delle insegnanti della scuola Peter Pan, che hanno riassunto il percorso triennale compiuto dai bambini e ringraziato tutte le colleghe, le collaboratrici, le assistenti e la Dirigente per la riuscita dell’evento, espressione diretta della grande collaborazione del team delle docenti e di tutto personale scolastico della Peter Pan.

“Avete realizzato un capolavoro – ha affermato la Dirigente Canale complimentandosi con i piccoli alunni -. I bambini hanno dimostrato di saper gestire molte cose, come la lingua inglese e la musica, con tanta passione e forza. Complimenti a tutti e grazie alle famiglie che sono state accanto ai bambini e al personale della scuola”.

.
.
.