Terme Vigliatore, l’opposizione chiede interventi di pulizia e bonifica nel borgo marinaro di Acquitta

- Attualità, Provincia

I consiglieri comunali del gruppo d’opposizione “Ora per Terme Vigliatore” hanno presentato un’interrogazione con cui segnalano, ancora una volta, i problemi legati alla pulizia e al decoro delle nostre spiagge, anche nel periodo invernale, nel borgo marinaro di Acquitta, frazione di Terme Vigliatore.

La consigliera Chiara Calabrò, a nome del gruppo, ha denunciato il disagio dei cittadini residenti
nella frazione di Acquitta

“Proprio nella zone in cui in campagna elettorale si sbandieravano riqualificazioni e la definitiva consacrazione del famoso “borgo marinaro” di Acquitta, nella realtà rileviamo, ancora una volta, una situazione ben diversa con i residenti, ormai esasperati, che ci scrivono, mostrandoci foto, per denunciare come quel borgo sia ormai diventato una discarica a cielo aperto. Come testimonia una delle foto allegate in cui si vede ciò che resta di una barca (in resina) che, qualche giorno fa, è stata data alle fiamme. Non serve neanche ricordare che la resina sia tra le sostanze più cancerogene e pericolose per l’ambiente e per gli esseri umani. Senza giri di parole, sappiamo benissimo che l’Amministrazione è già perfettamente a conoscenza di questa situazione, e che in questa primavera è stata chiamata anche la Capitaneria di porto per redigere una relazione, ma come gruppo di opposizione, chiediamo che si intervenga tempestivamente al fine di garantire il ripristino della legalità nelle zone indicate tramite l’installazione delle telecamere di videosorveglianza che possano individuare i protagonisti di tali atti criminali, oltre che incivili. Allo stesso modo richiediamo un azione di controllo maggiore da parte delle forze dell’ordine nella zona del borgo marinaro di Acquitta, nella speranza che ciò possa inibire ulteriori comportamenti criminali, a difesa di tutti i cittadini onesti che lì vivono e che, fortunatamente, rappresentano la maggioranza della popolazione”.

Il gruppo Ora per Terme Vigliatore ha inoltre ricordato una petizione dei cittadini del borgo marinaro di Acquitta, rimasta senza risposta, che nel 2023, avevano denunciato la cattiva esecuzione dei lavori di riqualificazione della zona, con il conseguente allagamento delle proprie case ogni volta che piove. Allo stesso modo non sarebbe stato dato riscontro alla richiesta di rimozione di un albero pericolante a Vigliatore e quella dell’installazione dell’illuminazione pubblica sulla SP98 in contrada Acquitta, “dove insistono abitazioni di nostri concittadini che pagano regolarmente le tasse per dei servizi che non hanno, e che gli spettano di diritto come a tutti i cittadini di Terme”.

.
.