Barcellona ha rinnovato il ricordo del sacrificio del carabiniere Pantaleo La Spada, caduto in servizio durante una rapina in via Garibaldi

- Attualità

Barcellona non dimentica il sacrificio del carabiniere Pantaleo Mario La Spada, che perse a vita nel tentativo di fermare una rapina ai danni di una gioielleria di via Garibaldi, nei pressi dal quale è stata da anni appasta una lapide in suo ricordo.

Era il 24 settembre 1985, quando il Carabiniere Pantaleo Mario La Spada “in servizio di pattuglia automontata con pari grado, avuta notizia che in una gioielleria sita nel centro abitato della città era in corso una rapina, accorreva prontamente sul posto e, dando prova di ferma determinazione e sereno sprezzo del pericolo, si disponeva ad affrontare armi in pugno i malviventi, venendo però ferito a morte da due colpi di fucile proditoriamente esplosi da complice rimasto defilato all’esterno”. Il Carabiniere lasciò la moglie e un figlio di appena un anno.

Dopo l’Inno di Mameli, la deposizione della corona d’alloro nel luogo in cui il Carabiniere perse la vita e la benedizione di padre Tindaro Iannello, è stato poi intonato il Silenzio. Sono seguiti i ringraziamenti del Presidente A.N.C. di Barcellona P.G., Giuseppe Calabrese e dell’Assessore alla cultura Angelita Pino. Erano presenti anche la vedova Nunziatina Aloi ed i vertici di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale, per onorare la memoria del carabiniere originario di Spadafora.

.
.