L’Italia si laurea campione d’Europa di calcio da tavolo con il contributo dei barcellonesi Cubeta e La Torre

- Notizie sportive, Altri sport, Attualità

Si chiude con un trionfo l’esperienza azzurra della nazionale maggiore, nella spettacolare cornice di Gibilterra 2023, per gli atleti del Ct Barcellona, Filippo Cubeta e Claudio La Torre, che hanno contribuito alla conquista del titolo continentale della formazione azzurra.

Nella fase di qualificazione nel girone A l’Italia esordisce con una secca vittoria 4-0 contro la Germania, ma poi subisce la sconfitta di misura contro la selezione maltese per 2-1. Il cammino degli azzurri si complica anche se arriva il 4-0 inflitto ai padroni di casa di Gibilterra. Nell’incrocio della semifinale l’avversario è la Spagna del neocampione d’Europa Carlos Flores.

Saverio Bari e Luca Battista regolano rispettivamente Gonzalez e Valverde/Lopez col punteggio di 1-0 e 2-0, mentre cede il passo Mato Ciccarelli a Flores con lo stesso punteggio subito il giorno prima al torneo individuale (2-3). Claudio La Torre in una partita rocambolesca contro il talentuoso Casin, riesce ad agguantare il 2-2 a pochi minuti dal termine, dopo essere andato andato in svantaggio, conquistando il passaggio alla finale con il punteggio di Italia-Spagna 2-1.

Nell’ultima fase del torneo contro il Belgio, i tecnici italiani schierano Bari, Cubeta, Battista e Ciccarelli formano il quartetto iniziale, a disposizione Caviglia e La Torre. Dopo un avvio molto tirato e combattuto il Belgio si porta in vantaggio e chiude il primo tempo sul 2-0. La situazione sembra compromessa, l’ingresso di La Torre consente all’Italia di rimontare e di ottenere la parità, con il ricorso al sudden death. In un finale all’ultimo respiro la gara viene decisa da Battista, che tira fuori il coniglio dal cilindro e realizza il gol vittoria, con un pallonetto da destra a sinistra che scavalca il portiere di Golger e fa esplodere il palazzetto per la gioia incontenibile degli azzurri, che cosi, dopo il successo ai mondiali del 2022, si laureano campioni d’Europa.

.
.