Prosegue l’inchiesta per la scomparsa di Salvatore Chiofalo: perquisizioni a carico dei quattro indagati a Migliardo

- Cronaca, In evidenza

I carabinieri della Compagnia di Barcellona hanno effettuato stamattina ulteriori perquisizioni a carico dei quattro indagati per la scomparsa dell’allevatore Salvatore Chiofalo, vittima di una lupara bianca.

L’uomo all’epoca 32enne è scomparso il 27 agosto del 2016 in circostanze non ancora chiarite. L’unico elemento certo è stato il ritrovamento del suo fuoristrada Toyota in una zona impervia di Migliardo, sulle colline di Barcellona Pozzo di Gotto. Del suo caso si è occupata anche la trasmissione “Chi l’ha visto” a cui si sono rivolti i familiari di Salvatore.

Nessuna indiscrezione è chiaramente emersa dall’esito delle perquisizioni a carico di quattro sospettati, che nei giorni scorsi hanno ricevuto la notifica degli avvisi di comparizione per essere interrogati quali persone indagate di concorso in omicidio da parte della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto. Le loro posizioni sono al vaglio degli inquirenti, dopo l’intensa attività investigativa che ha consentito di individuare nuovi elementi indiziari a seguito della riapertura delle indagini. L’inchiesta è portata avanti dai militari dell’Arma ed è coordinata dai magistrati della Procura barcellonese, procuratore facente funzioni Giuseppe Adornato ed i sostituti procuratori Emanuela Scali e Luca Gorgone.