Barcellona, problemi con la raccolta dei rifiuti: l’amministrazione chiarisce come comportarsi

- Cronaca, In evidenza

Proseguono le difficoltà nella raccolta dei rifiuti nelle città della costa tirrenica messinese che utilizzano la discarica di Trapani.

L’assessore all’ambiente di Barcellona Paolo Pino ha fornito chiarimenti su come comportarsi in questa fase in cui non è possibile utilizzare le isole ecologiche mobili per l’impossibilità di conferire i rifiuti indifferenziati.

In sintesi l’amministrazione chiede ai cittadini che hanno il servizio con le isole a conferire le frazioni differenziabili presso il CCR mentre l’umido in zone servite dal porta a porta.

“Ci scusiamo con la popolazione – dichiara l’assessore Pino – con i disagi arrecati per la raccolta dei rifiuti ma desideravo ulteriormente comunicare che le isole ecologiche mobili non sono state ancora tolte (ciò avverrà solo con il passaggio porta a porta su tutto il territorio e previa comunicazione e informazione ai cittadini sulle modalità e sul calendario dei conferimenti)
Non sono state posizionate nei giorni scorsi perché stracolme di spazzatura indifferenziata così come sono stracolmi di indifferenziata più autoarticolati della Dusty
Ciò è causato dalla discarica di Trapani che da una settimana respinge i mezzi di circa 30 comuni della nostra provincia… è chiaro che a risentirne maggiormente sono comuni come Barcellona PG che producendo circa 180 tonnellate di indifferenziata alla settimana si trova oltre 4/5 autoarticolati colmi di spazzatura indifferenziata (aggiungerei malamente indifferenziata)
Sono state inviate alla Regione richieste/diffide per autorizzare i comuni a conferire presso la discarica di Catania invece di conferire a Trapani (che evidentemente penalizza i comuni dell’interland messinese) peraltro più onerosa in termini di costi di smaltimento!!!
Si invitano i cittadini che hanno il servizio con le isole a conferire le frazioni differenziabili presso il CCR mentre l’umido in zone servite dal porta a porta!!!
La minima parte della frazione indifferenziata (quasi nulla se correttamente fatta la differenziata) sarà ritirata verosimilmente nella giornata di mercoledì.
Grazie per la fattiva collaborazione nell’interesse del territorio in cui viviamo”.