Inaugurata “ArtisticaMente”, il Festiva di Arte a cura de Le Ali di Trinacria

- Associazioni, Associazioni in città, Cultura, Attualità

Lo scorso sabato 7 Gennaio 2023, alle ore 17.30, presso i locali comunali del Salone Mostre in Piazza Vecchia Stazione “Seme D’Arancia” di Barcellona P.G., è stata inaugurata la Mostra d’Arte e della Creatività Artigianale denominata “ArtisticaMente”. Un festival che si traduce in un viaggio artistico alla scoperta di oltre 70 opere realizzate da più di 25 artisti tra Pittori, Scultori, Fotografi e Artigiani locali.

Particolarità dell’evento è l’interattività. Alcuni degli artisti, infatti, realizzeranno live le opere d’arte e avranno il pregio di poterlo fare davanti agli alunni delle scuole barcellonesi nei prossimi giorni e fino al 20 gennaio.

Dei veri e propri laboratori artistico-didattici (pittura, creta, disegno, handmade, ecc.) per consentire ai visitatori di poter interagire e apprendere dall’artista, una scusa per immergersi nell’arte e farla propria.

All’evento inaugurale hanno partecipato i promotori e organizzatori, l’APS–ASD Le Ali di Trinacria nelle persone del Presidente Pasquale Tramontana, del vice-presidente e coordinatore dell’evento Fortunato Gitto e dei membri del Consiglio direttivo Giuseppe Zaccone e Giuseppe Cigala. La manifestazione ha ottenuto il Patrocinio gratuito della Regione Siciliana, Assessorato ai Beni culturali e all’Identità Siciliana, del Comune di Barcellona P.G. e con la collaborazione di ITET “E. Fermi” di Barcellona P.G., Croce Rossa Comitato di Barcellona P.G., ENDAS Comitato Prov. di Messina e ASS.NE Divertiamoci Correndo.

A portare i saluti, infatti, anche l’Assessore alla Cultura di Barcellona P.G. Viviana Dottore, il direttore artistico Ninì Ingegneri, il Presidente della sezione barcellonese della Croce Rossa Italiana, Pippo Puliafito, che ha annunciato la benemerenza da parte della CRI nei confronti dell’Ass.ne Le Ali di Trinacria, distintasi per le donazioni e l’impegno profuso durante il periodo di emergenza pandemica.

I saluti e la benedizione di Don Josef Ellul hanno preceduto il benvenuto dei promotori e i saluti degli organizzatori, nonchè la lettura di una nota trasmessa dal critico d’arte prof. Pippo Anania. Il tema dell’Identità Siciliana, rappresentato in diverse opere esposte, è stato oggetto di riflessione e dibattito da parte dei presenti.

Le interviste: https://www.facebook.com/24live.it/videos/1209643256603853

A condurre i presenti nel vivo del Festival è stato il critico d’arte Arch. Giovanni Pantano.

E’ stata una scelta efficace l’aver voluto racchiudere in questa mostra le diverse manifestazioni con cui oggi sappiamo si esprime l’Arte con una visione ampia e plurale facendone apprezzare anche il lavoro laboratoriale attraverso la capacità di plasmare materiali, che sia ceramica (con la presenza del Ceramista Gumina Salvatore della Caleca stoffa (con l’artista Biondo Tonino), legno e pietra (Nini Ingegnere), e soprattutto l’ave posto l’attenzione con uno sguardo lungimirante al coinvolgimento dei ragazzi delle scuole a tale processo creativo. – ha affermato Pantano – Nello specifico della Mostra Collettiva d’Arte, così variegata e numerosa di artisti cor percorsi diversi, alcuni con parecchi anni di attività e riconoscimenti, altri più giovani animati dall’intento di proporsi come protagonisti, è sicuramente stato di notevole stimolo poter accomunare una lettura critica delle opere esposte. L’insieme delle complessità rappresentate in questa Collettiva d’Arte trova un riferimento ben preciso nella elevata qualità che traspare dalle opere esposte che abbracciano ad ampio raggio le svariate espressioni artistiche che in qualche modo possiamo riassumere: alcune legate alla raffigurazione del nostro paesaggio siciliano fortemente caratterizzato dell’ambiente naturale sviluppate con differenziate visioni, altre alla bella e gioiosa rappresentazione della donna quale espressione vitale o alla riproposizione della bellezza di famose opere d’arte, altre ancora al recupero dei valori, degli ambienti, degli oggetti e degli antichi mestieri della nostra tradizione, altre che sviluppano i temi sociali della condizione contemporanea dell’umanità sino all’attuale sofferenza della guerra in Ucraina, ed infine quelle che si muovono in maniera intricante e brillante nell’arte astratta con una suggestione fortemente evocativa“.

La galleria fotografica: https://www.facebook.com/24live.it/posts/pfbid0r2UWcpum3AX6LC3etRpZhcUka5M5KqZDJHGcWzQha8Vgi4zrj4SfqS5XWadmWa51l

Gli artisti che hanno contribuito alla mostra ed esposto le loro opere sono: Vito Natoli, Domenico Ciarrotta, Paolo Pietrafitta, Giuseppe Messina, Maria Teresa Giunta, Maria Grazia Toto, Giuliana Tropea, Ada Ingegnere, Maria Raffa, Battaglia Venuto Rosa, Tarcisio Merenda, Domenico Santangelo, Maurizio Guerreschi, Giuseppe Di Giovanni, Rosso Stark, Pino Nicosia, Tonino Biondo, Mihaela Rusu, Sandra Spadaro, Mia Brollo, Cristina Pagano, Maurizio Gemelli e Rosaria Di Fina Lupo.

La mostra e i laboratori saranno fruibili liberamente al pubblico tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13 e dalle 17:00 alle 20 fino al 20 gennaio.