Rinviato l’evento “Una Madre di nome Teresa”: il 25 novembre confermato il flashmob con le scuole in villa Primo Levi contro la violenza sulle donne

- Attualità

L’emergenza pandemica che ha colpito la compagnia teatrale “Il Sipario” diretta dal M° Vito Scarpitta, ha imposto il rinvio dell’evento “Una Madre di nome Teresa” previsto per venerdì 25 novembre al Teatro Mandanici.

Oltre all’appuntamento serale delle 21, era stato programmato uno spettacolo antimeridiano per gli allievi degli Istituti Scolastici della città e le adesioni degli studenti consentiranno comunque di confermare l’evento collaterale già programmato dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Pari Opportunità, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

La Villa “Primo Levi” a partire delle 10,00 di venerdì 25 novembre ospiterà una breve iniziativa con un flash mob durante il quale interverranno il Vicequestore, Dirigente del locale Commissariato, dott. Antonio Rugolo e il Capitano della Compagnia Carabinieri, dott. Lorenzo Galizia. A seguire è stato programmato un monologo di Viviana Isgrò, Presidente dell’Associazione “ Il Circolo delle lucertole”, ed una performance l’associazione sportiva “Move your body”.

La validità dei biglietti già acquistati per l’evento resta valida per l’evento che sarà recuperato nel corso dei primi mesi del 2023, in una data che la Produzione si riserva di comunicare a breve, fermo restando la possibilità di procedere all’immediato rimborso rivolgendosi al botteghino del Teatro aperto dal lunedì’ al venerdì’, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e nei pomeriggi di martedì e giovedì, alle ore 15,00 alle ore 18,00.