Le criticità riscontrate dai consiglieri di Città Aperta nell’incontro con gli abitanti di Gala

- Segnalazioni

I consiglieri comunali di Città aperta Antonio Mamì e Gabriele Sidoti hanno incontrato nei giorni scorsi gli abitanti della frazione di La Gala.

Accompagnati da un sostenitore del movimento, Gaetano Chiofalo, che vive da sempre in quella frazione hanno potuto registrate una serie di lamentele, a partire dalla pessima condizione della strada che collegano Barcellona Pozzo di Gotto al quartiere collinare. a causa delle erbacce e delle lunghe canne che impediscono un regolare transito, mettendo a rischio la sicurezza dei mezzi di trasporto.

“Abbiamo riscontrato il pessimo stato del manto stradale anche delle piazzette principali e, in particolare, lo stato della parte in cemento sottostante il prolungamento della Via Mercurio, destinata a parcheggio e a piazza del paese. Nella piazzetta colpisce anche lo stato di abbandono dei pochi giochini per i bimbi, collocati per giunta a ridosso del parcheggio delle autovetture”.

I residenti hanno ribadito il problema della carenza idrica, un tempo inesistente nella zona, per risolvere il quale si attendono da anni interventi alle condotte sui quali la precedente amministrazione aveva vantato finanziamenti per 580.000 euro. “Sarà compito nostro – affermano gli stessi consiglieri -attuare una incessante attività di monitoraggio già iniziata con la presentazione di due interrogazioni: una sull’efficientamento della condotta idrica e una sullo stato di sicurezza della piazzetta centrale.  Nello stesso tempo stimoleremo l’inserimento nel piano triennale della strada di collegamento Maloto-Barcellona Pozzo di Gotto, considerata un’altra priorità dai quartieri collinari”.

I due consiglieri di Città Aperta hanno poi visitato il Museo Epicentro, un vero gioiello del territorio, ancora purtroppo poco conosciuto dagli stessi barcellonesi e che meriterebbe ben altra attenzione dall’amministrazione comunale.