Gotha 7: un giovane barcellonese, assolto da tutte le accuse, ottiene il risarcimento per ingiusta detenzione

- Cronaca, In evidenza

Un giovane barcellonese, arrestato nell’ambito dell’operazione Gotha 7 con l’accusa di avere detenuto armi per conto dell’associazione mafiosa barcellonese, ha ottenuto il risarcimento per ingiusta detenzione dopo che la sentenza di assoluzione è passata in giudicato.

Il ragazzo, difeso dall’avvocato Gaetano Pino, era stato ristretto in carcere per 4 giorni e successivamente per 620 giorni agli arresti domiciliari con l’autorizzazione a recarsi a lavoro nelle ore diurne.

In primo grado aveva subito la condanna a 3 anni di reclusione, ma successivamente in secondo grado era stato assolto da tutte le accuse, risultando assolutamente estraneo alle condotte ingiustamente ipotizzare a suo carico. Al momento della irrevocabilità della sentenza assolutoria, il difensore ha avanzato istanza di risarcimento per l’ingiusta detenzione subita.

La Corte D’Appello di Messina, accogliendo tutte le richieste rappresentate nel corso dell’udienza in camera di consiglio, ha liquidato integralmente tutto il periodo detentivo, riconoscendo la somma di 74 mila euro in ordine ai danni che erano stati ingiustamente causati della carcerazione illegittima.