“Sei pronto a salvare una vita?”: domani anche a Barcellona il “Defibrillation Day” con i volontari dell’Anpas Radio Cb

- Attualità, In evidenza

I volontari e le volontarie dell’ANPAS Club Radio C.B. domani saranno in piazza a Barcellona Pozzo di Gotto per il Defibrillation Day, la giornata nazionale per sensibilizzare alla defibrillazione precoce con prove pratiche dimostrative nelle strade e nelle piazze italiane.

L’appuntamento è fissato di mattina dalle 9 alle 13 in piazza mercato e di pomeriggio dalle 16 alle 21 in piazza delle Ancore a Calderà. Ci sarà la possibilità di provare ad utilizzare il defibrillatore sotto la guida degli operatori della Protezione civile, nello spirito di un’iniziativa nazionale che vuole promuovere la cultura della defibrillazione precoce, partendo dall’esperienza di volontarie e volontari e dal radicamento territoriale delle pubbliche assistenze Anpas.

Volontari e istituzioni faranno comprendere l’importanza dell’uso precoce del defibrillatore per salvare vite umane attraverso la realizzazione di azioni congiunte informative con materiali didattici condivisi, con l’uso di piattaforme digitali e la formazione di istruttori/formatori nazionali.

I dati statistici parlano in tutta Europa di 1000 vittime al giorno causate dall’arresto cardiaco. Salvare una persona dall’arresto cardiaco è spesso una lotta contro il tempo: ogni minuto riduce del 10% le chance di sopravvivenza per chi ne è stato colpito.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione di Anpas, con l’associazione Progetto VITA-ODV e con IRC Comunità-APS con le quali lo scorso 28 febbraio è stato sottoscritto un protocollo di intesa per il progetto FACILEDAE. Le organizzazioni, che si sono impegnate a far promulgare dal Parlamento la recente Legge 116/2021, che rende possibile l’utilizzo del defibrillatore a tutti i cittadini senza alcuna responsabilità e senza l’obbligo di una certificazione a seguito di un corso specifico, solleciteranno i Ministeri competenti all’emanazione dei decreti attuativi chiedendo anche alle Regioni l’eliminazione delle farraginose procedure burocratiche per la formazione all’uso del defibrillatore. Congiuntamente saranno realizzati spot televisivi e studi scientifici.