Barcellona, ai domiciliari un 24enne: estorceva denaro con ripetuti messaggi inviati alla vittima

- Cronaca, In evidenza

I poliziotti del Commissariato della Polizia di Stato di Barcellona P.G. hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di un uomo di 24 anni. L’indagato, difeso dall’avvocato Gaetano Pino, è accusato del reato di estorsione nei confronti di una persona, che ha denunciato l’accaduto alle forze dell’Ordina.

L’ordinanza è stata emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Barcellona P.G., su richiesta della locale Procura della Repubblica.

L’arrestato ha messo in atto un’azione estorsiva nei confronti della vittima, recapitando più volto sul parabrezza dell’auto alcuni biglietti contenenti richieste di denaro, accompagnate da minacce. “E’ inutile che cerchi di capire chi sono – si legge in uno dei messaggi – Domani metti tutti i soldi. Alle 20 precise scendi i soldi e abbiamo finito. Dopo allora peggio per te”.

La faccenda è andata avanti per quasi un mese. La vittima ha inizialmente ignorato le richieste del reo ma, dopo aver subito dei danneggiamenti all’auto, intimorito, ha iniziato a pagare. Successivamente, avvilito da nuove richieste di denaro, si è rivolto alla Polizia di Stato.

Le immediate indagini degli investigatori del Commissariato, coordinati dalla Procura della Repubblica, hanno consentito di individuare il responsabile grazie ad una capillare attività tecnica e di appostamento. I soldi della vittima, opportunamente tracciati e fotocopiati, sono stato trovati in tasca all’estortore.

Dopo gli atti di rito il ventiquattrenne è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.