Pasqua 2022, il coro Ouverture si è esibito nel Santuario di Sant’Antonio di Padova a Barcellona

- Attualità, Musica e Spettacoli

Il Santuario Sant’Antonio di Padova in Barcellona P.G. ha ospitato Ieri sera – domenica 17 aprile – il concerto di Pasqua del Coro polifonico Ouverture. L’evento si inserisce nelle celebrazioni dell’anno giubilare, indetto in occasione dei quattrocento anni dalla fondazione del convento.

Il concerto ha rappresentato un momento speciale sia per il coro, poiché è stata la prima esibizione dal vivo dopo la sua partecipazione al programma televisivo Italia’s Got Talent e dopo la lunga interruzione a causa del Covid, che per tutti i partecipanti in quanto occasione di riflessione ed espressione di “bellezza”, speranza e rinascita.

I brani, diretti dai maestri Giovanni Mirabile e Dominga Raimondo, sono stati eseguiti sia a cappella che con l’accompagnamento del pianoforte, dell’organo e della tromba e hanno spaziato tra diversi generi, ma hanno avuto come filo conduttore la Pasqua e le figure di San Francesco d’Assisi e Sant’Antonio di Padova; La corista Valeria di Brisco ha presentato la serata che ha visto anche la partecipazione solista dei trombettisti Paolo Maio e Davide Capone, nonché del corista Giovanni Perdichizzi nell’esecuzione de “La cura” – il cui arrangiamento del maestro Mirabile è stato apprezzato dallo stesso Battiato quando era ancora in vita, come ha rivelato ieri sera il direttore del coro.

“L’evento – ha affermato il guardiano del convento fra Salvatore Callari – esprime la gioia della risurrezione e la bellezza dell’uomo e ci può accompagnare per tutto quest’anno giubilare, visto che l’indulgenza si può ottenere per tutto l’anno. Questo concerto è un dono che il signore ci fa, ma è anche frutto delle offerte dei tanti devoti e fa parte dei diversi momenti forti previsti, sia liturgici che culturali”.