Barcellona, donato Tondo Dantesco realizzato dai ragazzi del Centro per l’Autismo “Dopo di noi”

- Associazioni in città, Attualità

Lo scorso 25 marzo, in occasione del settecentesimo anniversario di Dante Alighieri, l’UTE di Barcellona Pozzo di Gotto ha dato vita, seppur in forma ristretta e nel pieno rispetto delle regole anti Covid, ad una cerimonia durante la quale è stato presentato un manufatto ideato da Giovanni Corica, docente del Corso Laboratorio teatrale, con l’effigie del Sommo Poeta e in omaggio alla Rettrice Tanina Caliri per gli ininterrotti 14 anni di “Lectura Dantis”.

Realizzata dai ragazzi del Laboratorio di Arte Musìva “Cesare Fulci”, Centro dedicato per l’autismo della città del Longano, l’opera vuole mettere in risalto il ruolo di Dante nella nascita e difesa della nostra lingua, uno dei molteplici aspetti che lo rendono un unicum nella sua grandezza, da tutti riconosciuta a livello mondiale.

“Un indirizzo culturale, quello della conoscenza delle opere di Dante, – afferma Giovanni Corica – che ha connotato le scelte della nostra organizzazione, con l’istituzione, sin dalla sua fondazione, di un Corso di Lectura Dantis, da molti seguito con viva partecipazione. Il Tondo Dantesco vuole essere uno sprone a difesa del nostro Patrimonio Linguistico, abbandonato al degrado e ammorbato giornalmente da invasive “fetecchie”. Il tempo di sturarti il naso a spulciare il vocabolario che incalza una ulteriore endemica “fetecchia” che – ohimè! – suona cioè “stona” diversamente da come è connotata. Responsabili dell’informazione, politici e Governo, non solo vengono meno al Galateo e alla buona educazione ma anche al Codice Deontologico nei confronti di chi ascolta e di cui sono servitori!”

 

 

 

FLACCOMIO GIF