Incidente mortale a Giammoro, lo sgomento dei familiari di Antonio Maggio

- Cronaca, In evidenza

La notizia della morte del 64enne Antonio Maggio, pensionato barcellonese travolto ed ucciso da un’automobile poco prima di mezzanotte sulla S.S.113 a Giammoro, ha svegliato in piena notte i familiari della vittima. Tra i fratelli ci sono anche i titolari di un noto negozio di abbigliamento in via Garibaldi e proprio oggi uno di loro, Filippo, festeggia oggi il suo compleanno più triste.

Antonio Maggio era un uomo dedito ai bisogni della madre di 91 anni e di tutti i suoi congiunti. Ha lasciato un vuoto incolmabile, insieme alla rabbia di un finale tragico. A sintetizzare i sentimenti dei parenti ci ha pensato sui social network il fratello Filippo, con un messaggio in cui è evidente la rabbia per quanto accaduto.

“Oggi è una delle giornate più brutte di tutta la mia vita. Ieri notte alle 23,45 un pirata della strada, transitando a elevatissima velocità, ha investito e ucciso mio fratello Antonio, che stava attraversando la strada sulle strisce pedonali”. Filippo Maggio ha usato parole dure nei confronti dell’automobilista, che, secondo i primi testimoni, non si sarebbe fermato a dare soccorso: “Mio fratello era una delle persone più buone che sia esistite su questa terra. Ha dedicato la sua vita alla propria mamma di 91 anni, ai suoi fratelli e sorelle, ai figli, ai generi ed ai nipoti”. Il fratello quindi si rivolgere direttamente alla vittima con un toccante messaggio di addio: “Ciao Antonio! Sarai per me insostituibile, mi mancherai ogni istante della mia vita e quando morirò andremo di nuovo insieme a cercare funghi. Fatti dire i posti migliori in Paradiso. Adesso proteggi tutti quelli che ti amano e ti ameranno fino all’ultimo respiro, salutami nostro padre”.

 

 

 

 

FLACCOMIO GIF