“Le barriere del suono”, un racconto fotografico per la L.I.S.

- Cultura, Attualità, Musica e Spettacoli

Parlare di Arte nelle più svariate forme è quello che più mi affascina e che vorrei raccontare attraverso questa finestra. Arti che si mescolano e parlano, anche quando non c’è voce, e ascoltano, anche dove non c’è suono.

Carmelo Spanò, 42 anni, ha realizzato il progetto “Le Barriere del Suono”, volto alla sensibilizzazione della lingua dei segni (L.I.S.), attraverso la fotografia. La comunicazione visiva basata sui segni diventa , attraverso la fotografia, un modo nuovo di trasmettere e far conoscere ciò che spesso viene sottovalutato e che invece è considerato oggi una lingua a tutti gli effetti, con i suoi articoli, soggetti e predicati, ma che ancora non ha trovato il suo posto nell’ educazione scolastica. Questo progetto fotografico, innovativo nel suo genere, vuole raccontare la lingua dei segni attraverso l’utilizzo attento e sapiente di luci e ombre, di tecniche, post produzione ed arte fotografica, enfatizzando la comunicazione gestuale del movimento, nell’evoluzione dei segni, creata con la sequenza delle mani e dell’espressione del viso.

Figlio di genitori sordi, si ritrova in un contesto che da sempre gli dimostra che per comunicare non esistono  limiti: con la parola o con i gesti, l’importante è l’interazione!

Muove i primi passi “fotografici” all’età di 12 anni, quando riceve da papà Giuseppe il suo primo kit Fuji. Crescendo tra Ilford e Minolta biottica. Affina le sue competenze e collabora con i fotografi della zona, frequentando AIFE (associazione italiana fotografi emergenti), dove si fa notare per la voglia di trasmettere e condividere la passione per il suo lavoro.

Questa passione, coltivata negli anni, lo porta alla ricerca essenziale del soggetto. Occhi, labbra, mani, sono punti cardine della comunicazione.

Il progetto “Le Barriere del Suono” è stato già presentato quattro volte: presso la sede AIFE di Messina(Associazione italiana fotografi emergenti), come ospite presso A.O.U. policlinico di Messina, in occasione di una mostra per il comune di Brolo, presso la sala multimediale Rita Atria e nel comune di Sinagra, luogo che diede i natali  a  papà Giuseppe.

In attesa di averlo ospite nella nostra Città.

Per saperne di più e per conoscere Carmelo più da vicino visitate il sito:

www.clickphoto.cloud/project/le-barriere-del-suono/

 

 

 

FLACCOMIO GIF