Ragazzo rimane ferito dopo un tuffo, sequestrata piscina del Lido Sayonara

- Attualità, Cronaca

La procura ha disposto il sequestro della piscina del lido Sayonara beach club.

La causa va ricercata nell’episodio accaduto il 12 luglio scorso. Si tratta della vicenda in cui un ragazzo 31enne milazzese dopo un tuffo in piscina è rimasto sul fondale e tirato fuori dai familiari presenti. Intervenuto il 118, dopo accertamenti strumentali al Fogliani di Milazzo e il trasporto in elisoccorso al policlinico di Messina, il ragazzo è stata sottoposto ad intervento chirurgico alla colonna cervicale con ricostruzione di 2/3 vertebre e sedato in coma farmacologico.

La difesa dei familiari, avv. Paolo Pino, ha depositato dapprima richiesta di nomina di Amministratore di sostegno al giudice tutelare del Tribunale di Barcellona PG con richiesta di nomina del coniuge del ragazzo coinvolto.
Con la richiesta di nomina amministratore di sostegno, in favore del coniuge, è stata chiesta autorizzazione a prestare il consenso ai medici del policlinico al fine di farlo sottoporre ad altro intervento chirurgico di tracheotomia (non respira bene per problemi polmonari ) ed autorizzazione a proporre querela nei confronti dei gestori del lido per lesioni gravissime colpose con richiesta di sequestro della piscina al fine di verificare i sistemi di sicurezza ed il rispetto della normativa di legge oltre che lasciare immutato lo stato dei luoghi.