Mare sporco sulla costa tirrenica, il sindaco di Furnari propone un incontro intercomunale

- Provincia

Il sindaco di Furnari, Maurizio Crimi, ha proposto un incontro con i colleghi dei comuni della costa tirrenica, dopo le segnalazioni di molti bagnati sulle pessime condizioni della litoranea, interessata da fenomeni d’acque sporche frammiste a spazzatura di ogni genere.

“Sono in corso gli accertamenti di competenza territoriale – afferma Crimi – e sembra che presso il nostro depuratore sia tutto nella norma, confermando gli standard di ogni anno. Considerato che l’evento riguarda tutti i comuni confinanti, incontrerò gli altri Sindaci per capire l’origine di questo fenomeno e come porvi rimedio”.

Il sindaco di Terme Vigliatore, Domenico Munafò, ha avviato allo stesso modo gli accertamenti affidati ai tecnici comunali ed attende una dettagliata relazione per definire le cause e individuare le modalità per contrastare il fenomeno, che rischia di compromettere la già difficile stagione balneare per gli operatori turistici del paese.

La Legambiente, che più volte ha segnalato il problema dell’inquinamento del mare nel comprensorio, avrebbe motivato la presenza di rifiuti con le correnti marine, che hanno trasportato sulla costa il materiale sversato in mare dalle condotte fognarie. Resta il problema di individuare la provenienza del materiale che è stato individuato lungo la costa tra Terme Vigliatore e Tonnarella di Furnari.

foto di repertorio