Ivan Bertolami finalista in corsa al Nonantola Film Festival

- Musica e Spettacoli, In evidenza

L’attore barcellonese Ivan Bertolami è uno dei finalisti tra i primi 25 su 81 partecipanti che concorrono per il Nonantola Film Festival.

Si tratta di un festival ripensato ai tempi del Coronavirus per dare un segnale di vitalità e continuità, per sottolineare che la cultura non si ferma. Non poteva mancare Ivan che, allettato dalle sfide, ha deciso di provarci!

L’Associazione Nonantola Film Festival affiliata Arci – che organizza l’omonima manifestazione nota ben oltre i confini provinciali e regionali – è stata concorde con l’Amministrazione comunale di Nonantola nell’indire una edizione speciale della gara di cortometraggi “4 Giorni Corti” vero cuore pulsante della manifestazione. “4 Giorni Corti+2 Home Edition” avrà più o meno le stesse caratteristiche delle precedenti edizioni della gara: i partecipanti hanno dovuto girare un corto rispettando i vincoli imposti dall’organizzazione – ovvero attenersi ad un genere cinematografico tra quelli indicati, scelto in questa occasione a piacimento dal singolo o dalle troupe e consegnato telematica.

Due oggetti, una gruccia e una forchetta, la frase “francamente me ne infischio” e sette generi tra cui scegliere tra drammatico, commedia, thriller, horror, erotico, sentimentale e fantascienza: queste in breve le regole del concorso cui la “home edition” di quest’anno ha aggiunto l’obbligo di filmare rigorosamente in casa. 168 le troupe iscritte dall’Italia e dall’estero, 81 i lavori consegnati, 25 i titoli in finale (di cui 14 commedie, 4 drammatici, 3 di fantascienza, 2 horror, 1 thriller e 1 sentimentale) questi i numeri davvero da record di 4 Giorni Corti+2 – home edition, edizione speciale ai tempi del Coronavirus della gara di cortometraggi del Nonantola Film Festival. Quest’edizione ha raggiunto il maggior numero di iscritti alla gara in 14 anni di storia del festival e la selezione dei finalisti è stata ardua. Tanto che al posto dei soliti 20 abbiamo deciso di ammettere alla finale 25 cortometraggi che il pubblico potrà votare (fino alle ore 24 del 1° maggio) per assegnare la menzione Premio Nicolò Gianelli.

Il nostro Ivan ha girato in casa e con il suo smartphone, da solo, il corto dal titolo “Overquarantine Hotel”, una commedia, una satira su come gli italiani stanno vivendo la pandemia, dai superficiali che salgono sui tetti agli ipocondriaci che per paura arrivano a lavare con la candeggina i guanti monouso. Due facce della stessa medaglia, due emisferi dello stesso cervello raccontate attraverso un omaggio a Shining di Stanley Kubrick.

E’ possibile votarlo ancora, fino alla mezzanotte di oggi, registrandosi tramite il login sulla piattaforma online, semplicemente cliccando sulla barra rossa in basso al cortometraggio.

Clicca qui per guardare il cortometraggio di Ivan