Milazzo, il sindaco Formica nomina il settimo assessore Marta Ginevra Schiavon

- Provincia

Il sindaco Giovanni Formica ha allargato il suo esecutivo, nominando il settimo assessore comunale, la dottoressa Marta Ginevra Schiavon, 26 anni, origini venete, che da circa un anno vive a Milazzo. La Schiavon garantisce così il rispetto della quota rosa nell’ambito dell’organo esecutivo e le sono state assegnate alcune delle deleghe fin qui appartenute al collega Pierpaolo Ruello. Si occuperà di Trasparenza, partecipazione, pari opportunità, politiche giovanili e personale. A Ruello, nell’ottica della rimodulazione operata dal primo cittadino, viene confermata la delega al turismo, cui si aggiungeranno però lo sviluppo economico, lo sportello unico delle attività produttive commerciali, artigianali, fiere e mercati e mobilità.

Questa mattina il neo assessore ha prestato giuramento iniziando così la questa nuova esperienza. “Ho scelto di proporre alla dottoressa Schiavon la nomina ad assessore – ha detto Formica – dopo averla vista all’opera e dopo avere letto il suo curriculum. A dispetto della sua giovane età, infatti, ha già maturato una splendida esperienza professionale, in Italia e all’Estero, prestando attività per importantissimi brand nel settore dell’alta moda. Più di tutto, però, mi ha impressionato la sua generosità nei confronti della nostra comunità. Nonostante viva a Milazzo da poco tempo e, quindi, le sue relazioni sociali siano ancora assai limitate, non appena è esplosa l’emergenza coronavirus si è presentata al Comune, chiedendo di potere svolgere attività di volontariato in favore della nostra comunità. Da quel giorno non si è mai risparmiata. Sempre presente, sempre disponibile. Ha gestito in piena autonomia e con grandissima efficienza una serie di servizi ed ha mantenuto i contatti con le persone che quotidianamente inoltrano segnalazioni al comune. Un servizio prezioso prestato con un altruismo che mi ha spinto a chiederle di continuare a darci una mano assumendo un ruolo ufficiale nell’amministrazione. Allo stesso tempo ho conferito all’assessore Ruello le deleghe allo sviluppo economico, nella consapevolezza che, non appena sarà terminata l’emergenza, bisognerà fare uno sforzo, insieme agli operatori economici, per agevolare la ripresa anche nel nostro comune”.