Vai libera al protocollo con un’associazione per la consulenza sul sovraindebitamento

- Attualità

E’ stato firmato stamattina a palazzo Longano il protocollo d’intesa tra il Comune, rappresentato dal sindaco Roberto Materia, e l’associazione “I diritti del debitore”, di cui è presidente nazionale Salvatore Alessandro. L’obiettivo dell’accordo è la pianificazione sinergica di iniziative contro il sovraindebitamento, come definito dalla legge n. 3 del 2012 conosciuta come la salva suicidi. L’organismo nazionale ha aperto una sede territoriale a Barcellona, presieduta  dall’ex assessore comunale Gianluca Sidoti, che insieme ad un gruppo di professionisti barcellonesi si occuperà di sostenere e favorire le persone fisiche ed i soggetti giuridici che si trovano a rischio di sovraindebitamento. Sarà attivato un segretariato sociale a cui potranno rivolgersi non solo le società e le imprese, ma anche i singoli contribuenti che si trovano a dover fronteggiare una situazione debitoria non più sostenibile per le loro disponibilità economiche. Prima di arrivare al fallimento o meglio prima di finire nel limbo di chi non rispetta i parametri per chiedere il fallimento della propria impresa, perché ha fatturato inferiore a 200 mila euro, un debito inferiore a 500 mila euro ed un attivo patrimoniale di 300 mila euro, l’organismo che affronta la situazione di sovraindebitamento può studiare con il contribuente un percorso di rientro dal debito per evitare il fallimento e la bancarotta. Lo stesso percorso è studiato anche per il semplice contribuente, senza neanche la partita Iva, che ha accumulato debiti importanti con l’erario o con le banche, come nel caso in cui ha acceso un mutuo e dopo aver perso il lavoro non ha più le disponibilità economiche per coprire le rate.