La Filicusarte ha premiato i vincitori del concorso di pittura e di poesia

- Cultura

In una Barcellona Pozzo di Gotto sempre più vivace culturalmente, mentre altri eventi richiamavano curiosi e appassionati altrove, ha avuto una grande affluenza di pubblico l’evento organizzato dall’associazione FilicusArte presso la Sala Convegni Oasi. L’associazione culturale, che prende il nome da una antica via di comunicazione che collegava il territorio barcellonese al milazzese (Filicusa, l’attuale guado di Bastione), sin dal 2011 promuove la cultura e le arti in tutte le sue forme principalmente nelle realtà comunali della piana di Milazzo. L’evento si è articolato in due cerimonie di premiazione, una della prima edizione del Concorso Nazionale di Pittura e l’altra della terza edizione del Concorso Nazionale di Poesia. Sul ponte di comando accanto alla Presidente della FilicusArte, la prof.ssa Caterina Barresi, c’erano il vicepresidente Giuseppe Giunta e la segretaria Elisa La Rosa. Giuseppe Giunta ha ricordato il poeta Carmelo Coppolino Billè, primo presidente della FilicusArte, alla cui memoria è stato dedicato l’evento. La giuria che ha valutato le opere di pittura era composta da Giuseppe Fazio, Andrea Italiano e Giovanni Pantano. Il primo premio è andato a Giuseppe Giorgianni per il quadro “Mercato del pesce”, il secondo premio a Angela Impalà per “Storie di Sicilia”, il terzo premio a Antonino Gelo per “Donna”. Menzione d’Onore alla pittrice Susy La Rosa per “Cu sugnu”. La giuria che ha valutato le poesie era costituita da Giulia Maria Sidoti, Laura Mauro e Francesco Cardile. Per la sezione “poesie in dialetto”: il primo premio è stato assegnato al casoriano Francesco Gemito per “A fine ‘e nu barbone”; il secondo premio a Barbara Rizzo per “Nomi d’un eroi… papà”; il terzo premio a Filippo Scolareci per “Lu jornu di lu piscispada”. Menzione d’Onore a Antonio Barracato per “Amara sintenza”; menzione di merito a Caterina Marina Neri per “Chiantu di matri”; segnalazione di merito a Rosa de Mariano per “Picculu mundu anticu”. Per la sezione “poesie in italiano”: primo premio a Teresa Mammana per “Mani”; secondo premio a Gaetano Giambusso per “Quieta ti so oggi mia Sicilia”; terzo premio a Grazia Dottore per “Nonno ascoltami”. Menzione d’Onore a Benedetto Orti Tullo per “Nella tua Grazia”; menzione di merito a Enzo Ragno per “Libeccio”; segnalazione di merito a Felice Mancuso per “La clessidra”. Per la sezione esordienti è stato assegnato un premio speciale alla ficarrese Letizia Caputo per la sua poesia “Per i tuoi 18 anni”, dedicata alla sorella maggiore. A portare i saluti dell’Amministrazione comunale c’era l’assessore Nino Munafò. L’evento si è concluso con il sorteggio di un quadro realizzato e donato dalla segretaria Elisa La Rosa. Il quadro è stato vinto da Maria Capone, socia dell’associazione, che ha vinto col numero 77 (da lei scelto perché è la sua età, è la socia più anziana della FilicusArte). L’iniziativa culturale della FilicusArte ha tenuto incollato al suo posto il numeroso pubblico per tutta la durata della manifestazione ed è stata indubbiamente un successo.