Milazzo, arrestato un 41enne: minaccia e danneggia il mezzo dell’ex e del nuovo compagno

- Cronaca

I Carabinieri della Compagnia di Milazzo, durante il servizio di controllo notturno nei luoghi di aggregazione giovanile, hanno arrestato sabato sera un uomo ritenuto responsabile di danneggiamento aggravato. Nel corso dell’attività sono state denunciati 5 automobilisti sorpresi alla guida in stato di alterazione psicofisica dovuta all’uso di sostanze stupefacenti o di alcool.

L’uomo arrestato è un 41enne milazzese T.T. ritenuto responsabile di danneggiamento aggravato. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine il 41enne dopo aver litigato con l’ex fidanzata ed con il nuovo compagno della donna, li ha dapprima minacciato di morte e poi ha distrutto il lunotto posteriore del quadriciclo in uso all’uomo. A seguito della chiamata al numero unico di emergenza “112”, i carabinieri hanno bloccato il 41enne che si allontanava a bordo di un ciclomotore e lo hanno sottoposto a perquisizione, rinvenendo e sequestrando una catena in ferro e un cacciavite utilizzati per compiere il danneggiamento. Al termine delle formalità di rito su disposizione della Procura della Repubblica di Barcellona P.G., l’uomo è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

Nel corso dei servizi i Carabinieri hanno proceduto nei confronti di altre cinque persone. Un 22enne, un 30enne e un 31enne sono stati denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria competente per il reato di guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Nello specifico due, trovati in possesso di modica quantità di marjuana, hanno rifiutato di sottoporsi all’accertamento tossicologico, mentre il terzo, a seguito di esame presso l’ospedale “G. Fogliani” di Milazzo, è risultato positivo all’assunzione di cannabinoidi. Un 30enne ed un 58enne sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Barcellona P.G per il reato di guida in stato di ebbrezza alcolica. I due sottoposti ad alcool test con l’etilometro, sono risultati positivi con un tasso alcolemico superiori al limite consentito di 0,8 g/l.

Inoltre 3 giovani sono stati segnalati alla Prefettura di Messina quali assuntori di stupefacente, poiché trovati in possesso di alcune dosi di marijuana detenute per uso personale, sequestrate dai militari.