Seriamente danneggiata la lapide della tomba di Placido Mandanici a Genova

- Senza categoria, Attualità, In evidenza

Rischia di essere perduta per sempre la lapide in marmo sulla tomba del musicista barcellonese Placido Mandanici, che si trova nel cimitero monumentale di Staglieno a Genova. Le attuali condizioni della lastra in marmo sono seriamente compromesse dall’umidità e dal passare degli anni. La morte dell’artista, a cui è stato intitolato il teatro della città del Longano, è avvenuta il 6 giugno del 1852 nel capoluogo ligure dove aveva vissuto gli ultimi anni della sua vita. A riaccendere i fari sullo stato di degrado in cui versa la sua tomba, nel recente passato, era stata la Pro Loco Manganaro ed il suo presidente onorario Gino Trapani, che nel 2006 riuscì ad organizzare una delegazione composta anche dall’allora sindaco Candeloro Nania, proprio per verificarne le condizioni, sollecitando un restauro che non è ancora avvenuto.

Adesso è il cittadino barcellonese Gino Caruso, di passaggio a Genova per una ricorrenza familiare, a sollevare il problema della salvaguardia della tomba di Mandanici, scegliendo 24live.it per denunciare le condizioni in cui si trova il loculo: “Trovandomi nel capoluogo ligure, insieme alla famiglia, ho deciso di visitare la tomba del nostro illustre concittadino, che si trova a pochi passi dalla cappella in cui è sepolto anche il cantautore Fabrizio De Andrè, insieme a quelle di tanti illustri musicisti italiani. La sorpresa negativa è stata trovare una lapide seriamente danneggiata dal tempo e dall’umidità, con l’epigrafe dedicata a Mandanici che è ormai quasi diventata illeggibile. Credo che tra un paio d’anni la situazione sarà irrecuperabile. Ho deciso di segnalarlo per chiedere un intervento a chi di dovere al fine di non perdere un patrimonio della nostra città. Chiedere il trasferimento a Barcellona sarebbe forse un’utopia, ma credo che sia giusto sollecitare il Comune di Genova a salvaguardare la lapide”.