Terme Vigliatore, sequestro di un manufatto abusivo

- Cronaca, In evidenza

I Carabinieri della Stazione di Terme Vigliatore hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto su richiesta della locale Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Capo Dr. Emanuele Crescenti, nei confronti di due persone che, a vario titolo, sono ritenute responsabili di abusivismo edilizio, omessa denuncia dei lavori a mancanza di progettazione.

Il provvedimento reale,  eseguito su due particelle catastali confinanti, relative a terreni agricoli riconducibili ai due indagati, deriva dalle indagini, coordinate dal Sost. Proc. della Repubblica Dr. Matteo De Micheli, svolte sin dal mese di maggio del 2019 dai militari della Stazione Carabinieri di Terme Vigliatore, che hanno accertato la realizzazione, sui terreni agricoli, di manufatti costruiti con blocchi di cemento prefabbricato edificati in assenza od in difformità alle autorizzazioni edilizie.  

Dalle risultanze investigative, inoltre, è emerso che le opere siano state realizzate in assenza dei calcoli di stabilità e della necessaria autorizzazione preventiva rilasciata dal Genio Civile di Messina. Infine, le opere in muratura erano sprovviste di un progetto esecutivo e della direzione dei lavori.