Arrestati tre georgiani autori dei furti nelle profumerie di Barcellona

- Cronaca, In evidenza

Sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato in concorso tre cittadini originari della Georgia, ritenuti responsabili dei furti ai danni di alcune profumerie di Barcellona. La banda, secondo la ricostruzioni dei carabinieri della Compagnia della città del Longano, coordinati dal capitano Giancarmine Carusone, aveva predisposto un sistema ingegnoso per portar via dai negozi le merce più costosa da rivendere sul mercato nero. Era dotata di marsupi schermati, che ingannavano gli impianti antitaccheggio delle rivendite. In questo modo nella sola mattinata di oggi i malviventi avevano portato via da due profumerie del centro, Principato & Bonanno e Naima, confezioni per un valore di mercato di oltre mille euro.

Il sistema, però, si è inceppato per la prontezza di dipendenti e dei titolari della rivendita di profumi Principato & Bonanno di via Kennedy, allertati dai colleghi di via Roma, che individuati i tre georgiani, rispettivamente di 37, 29 e 23 anni, hanno chiamato il 112 e consentito ai militari dell’Arma di bloccarli prima di colpire ancora. Dopo le formalità di rito i tre sono stati arrestati e trasferiti presso il carcere di Barcellona, a disposizione dell’autorità giudiziaria. La banda di nomadi, che si muoveva a piedi, proveniva certamente da fuori provincia, probabilmente dalla Calabria, dove avrebbe rivenduto la merce rubata in Sicilia.