“Families are reading” per il Progetto Erasmus del Liceo “E. Medi”

- Attualità, Cultura, School Live

Scuola e famiglia sono le due grandi agenzie educative, che confermano il loro patto di collaborazione con l’attività “Families are reading” all’interno del progetto Erasmus+ “Poetry drama and classics are on stage” dell’Istituto di Istruzione Superiore Liceo Medi di Barcellona.

Genitori ed alunni, coinvolti direttamente nel partenariato strategico con Spagna, Turchia, Lettonia , Portogallo e Repubblica Ceca, hanno preso parte ad un recital di poesie nella cornice insolita dell’antica biblioteca del Liceo Classico in Via degli Studi.

Anche se Internet e wikipedia ci consentono di accedere con immediatezza ed in modo illimitato al sapere, il fascino del libro è innegabile– sostiene la Dirigente Scolastica del Medi, dott.ssa Domenica Pipitò, intervenuta all’incontro- Leggendo o anche rileggendo le pagine di un libro possono riemergere ricordi, emozioni, sensazioni che altrimenti rimarrebbero sopiti in quanto le nuove tecnologie, pur con i loro vantaggi e benefici, non riuscirebbero a destarli”.

Luogo indiscusso dell’apprendimento permanente, tempio della cultura e veicolo di trasmissione del sapere, la biblioteca è stata scelta come contesto per l’attività di chiusura del progetto, in coerenza con la sua finalità ovvero ravvivare negli allievi l’interesse per la lettura ed i classici.

L’evento “Families are reading”, programmato nel mese del libro e tra gli scaffali della biblioteca– dichiara la referente prof.ssa Maria Anversa Grassoconclude il progetto di letteratura che negli ultimi due anni si è perfettamente integrato nei curricola dei docenti di lettere e letterature straniere del nostro istituto ed ha al tempo stesso innovato la didattica con l’uso di nuovi tool (glogster, adobe spark, padlet, ebook, mentimeter etc.) e nuove metodologie (cooperative learning, flipped classroom)”.

Il recital di poesie è stato realizzato grazie alla disponibilità di tre grandi poeti del barcellonese ed ha avuto come filo conduttore la tematica del viaggio. Così Maria Morganti Privitera, ex docente e poetessa, ha recitato versi sul viaggio della speranza, ponendo così l’accento su problematiche attuali quali l’immigrazione e l’inclusione, Giulia Sidoti, poetessa nonché docente interna del Medi, ha espresso profonde riflessioni sulla vita e sul viaggio interiore dell’individuo anche con la lettura di un brano narrativo e Giuseppe Messina, poeta ed artista, ha declamato un suo poema sul mito e la storia attraverso la figura di Ulisse.

La recitazione dei versi è stata accompagnata dalle note musicali del chitarrista Giorgio Arcoraci della classe 4B del Liceo Linguistico.

Nella seconda parte dell’incontro gli allievi che hanno mobilitato nei vari Paesi del partenariato nel corso del biennio hanno raccontato la propria esperienza, illustrando mediante video e presentazioni il loro processo di formazione ed i risultati raggiunti in termini di conoscenza, abilità e competenze.

Elemento di continuità tra i due momenti, il viaggio metaforico con la poesia ed il viaggio reale degli studenti, è stata la presenza dei genitori degli allievi: protagonisti dell’intero percorso, fin dall’accoglienza delle delegazioni dei partner, ospitati nella loro dimora, chiudono così il cerchio e testimoniano il raggiungimento degli obiettivi del progetto stesso.