Danni per il vento, Catalfamo chiede interventi per i vivai del comprensorio tirrenico

- Politica

Antonio Catalfamo – capogruppo di Fratelli d’Italia – ed i deputati di Fratelli d’Italia, Gaetano Galvagno ed Elvira Amata hanno presentato una mozione presso l’Assemblea Regionale Siciliana rivolta all’Assessorato all’Agricoltura e alla Pesca per chiedere interventi a sostegno dei vivaisti del comprensorio tirrenico nei i comuni colpiti dal vento di scirocco dello scorso 21 e 22 aprile. “I danni – ricorda Catalfamo – sono stati ingenti soprattutto nelle attività florovivaistiche e nelle imprese agricole, con una seria minaccia per il futuro della stagione produttiva. Per questo ho richiesto lo stato di calamità naturale per questi territori coinvolti da venti sciroccali che hanno toccato i 120 km/h e hanno distrutto raccolti e danneggiato frutti e piante”.

I comuni del messinese, dove questo tipo di attività rappresenta un perno dell’economia locale, sono quelli di Barcellona Pozzo di Gotto, Terme Vigliatore, Rodì Milici, Novara di Sicilia, Mazzarrà Sant’Andrea, Falcone, Furnari, Tripi. “Nella mozione – precisa Catalfamo – si fa soprattutto riferimento ai danni subiti per quanto concerne gli agrumeti ma anche le piante esotiche coltivate. Esiste un fondo istituito da norme nazionali e regionali che viene riservato proprio per i casi di calamità naturali. Il riconoscimento di questo status ai territori coinvolti nel maltempo di fine aprile, garantirebbe l’accesso a questi fondi per far fronte agli ingenti danni delle coltivazioni. Il nostro territorio merita un aiuto dedicato perché con coraggio, ogni giorno, questi imprenditori riescono a combattere la crisi economica nonostante i tanti sacrifici, garantendo al Made in Sicily un alto livello di qualità riconosciuta in tutto il mondo”.