Barcellona P.G., Notte Nazionale del Liceo Classico: il Liceo “Valli” apre le sue porte

- Attualità, Cultura, School Live, Primo Piano

Giunge alla V edizione la Notte Nazionale del Liceo Classico, l’evento che coinvolge in contemporanea i Licei aderenti su tutto il territorio nazionale. Quest’iniziativa, partita nel 2015 dal Liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale grazie all’idea del Prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco, ha avuto subito un grande seguito, giungendo a coinvolgere 433 Licei sul territorio nazionale e 53 Licei sul territorio siciliano. Quest’anno l’evento è sostenuto dal Ministero della Pubblica Istruzione, da Rai Cultura e RAI Scuola e si svolgerà venerdì 11 gennaio 2019 dalle 18.00 alle ore 24.00. Aprendo le porte all’esterno e ancor prima, mostrando ai propri studenti, durante la fase organizzativa, un volto nuovo, il Liceo Classico viene riscoperto, dando prova di notevoli potenzialità e della capacità di rispondere in modo puntuale alle rinnovate esigenze comunicative della società contemporanea. In un periodo in cui gli studi classici non risultano più attrattivi, si vuol dimostrare che una profonda conoscenza dei valori dell’antichità può rappresentare un concreto impulso per l’innovazione. Già lo scorso 17 dicembre 2018, sempre presso il Liceo Valli si è tenuto un convegno sul tema “Cultura Classica: radici antiche, prospettive future”, nell’ambito del quale grazie al Coordinamento Nazionale della Notte del Liceo Classico e al patrocinio del Comune di Barcellona, si sono incontrate delegazioni di studenti, docenti e dirigenti provenienti dai Licei Classici di Mistretta, Sant’Agata di Militello, Capo D’Orlando, Milazzo e Messina e studenti delle Scuole Medie di Barcellona e del territorio. Vi hanno preso parte personalità di rilievo culturale tra cui, oltre il Prof. Schembra, il professore Massimo Raffa dell’Università della Calabria e Presidente della delegazione territoriale della Associazione Italiana di Cultura Classicaci che ha fatto rifletter su “Il Classico Necessario”, l’archeologa Grazia Salamone, operatrice culturale dell’Associazione “Dracma”, che ha trattato della comunicazione per promuovere la Cultura Classica al tempo dei social, i docenti Anita Di Stefano e Claudio Meliadò del Dipartimento di Civiltà Antiche dell’Ateneo messinese. Gli studenti del Valli saranno protagonisti e si esibiranno in momenti di recitazione, canto, danza offrendo un’interpretazione del mondo antico secondo la sensibilità contemporanea. La cittadinanza è invitata a partecipare alle attività proposte che si svolgeranno fino alle ore 24:00.