L'associazione antiracket Fonte di Libertà "Solidarietà e vicinanza all'imprenditore di Montalbano"

- Terme Vigliatore, Associazioni in città, Attualità, Provincia

Le Associazioni Fai Antiracket Terme Vigliatore “Fonte di Libertà” e Fai Antiracket di Barcellona Pozzo di Gotto, rappresentate dai presidenti Benedetto Gianlombardo e Stefano Vento, unitamente al Presidente della Federazione Italiana Antiracket Pippo Scandurra, hanno diffuso un comunciato stampa attraverso il quale hanno voluto esprimere solidarietà e vicinanza all’imprenditore di Montalbano Elicona, che nelle ultime ore, essendo vittima di estorsione, ha denunciato prontamente il reato, facendo arrestare in flagranza di reato il malvivente.
Le associazioni antiracket hanno tenuto a ringraziare anche le forze dell’ordine “Altresì ci si complimenta con il Maresciallo Giovanni Catanzaro, comandante della Stazione dei Carabinieri di Montalbano Elicona che ha raccolto e gestito la denuncia, e con tutti gli uomini dell’Arma impegnati nelle indagini ancora in corso e nell’operazione d’arresto coordinata dal Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto, il Capitano Fabio Valletta”.
Quando un imprenditore denuncia e si affida alle forze dell’ordine per difendersi da un’ estorsione,-si legge nel comunicato- è sempre un momento difficile e delicato, dunque oltre ad esprimere solidarietà alla vittima, ci si impegna a garantire vicinanza, sostegno e assistenza d’ora in avanti. Questi gesti dimostrano che la fiducia nei confronti dello Stato e dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine del nostro territorio è un fatto non più isolato, ma bensì una tendenza più larga, a nostro avviso virtuosa. Questa fiducia è la forza motrice sia della F.A.I., che delle associazioni antiracket del territorio. Già da molti anni è nostro compito diffondere tale fiducia il più possibile tra la società civile e gli imprenditori. In questo cammino impegnativo, di grande aiuto sono state senz’altro le molteplici operazioni anti mafia ed anti estorsione portate a termine negli ultimi anni in provincia di Messina, dai migliori uomini delle Forze dell’Ordine e della Magistratura”.