Terme. Insieme si può e Nuova Rinascita puntano alle commissioni

- Terme Vigliatore, Attualità, Provincia

I consiglieri dei gruppi “Insieme si può” e “Nuova Rinascita” si sono dimessi da tutte le commissioni consiliari. Lo hanno comunicato stamani con una nota inviata al presidente del Consiglio comunale, Gennaro Nicolò, e al segretario, Carmela Vitetta.

“La decisione è prettamente politica – spiega il capogruppo di Insieme si può, Carmelo Costantino – e nasce dalla constatazione che il sindaco non ha più la maggioranza in Consiglio”.

In effetti, dopo la rottura con Nuova Rinascita, Cipriano può contare solo sull’appoggio di sette consiglieri su quindici: i sei del gruppo Verso il futuro, più l’indipendente Salamone.

I numeri sono evidentemente dalla parte di Costantino e Sottile che dopo essersi confrontati hanno deciso di prendere il controllo delle commissioni – vero motore dell’attività amministrativa – per far valere tutto il proprio peso politico in un momento delicato della legislatura.

“La situazione nelle commissioni – sottolinea Angelo Sottile, coordinatore di Nuova Rinascita –  non rispecchia più gli equilibri che si sono creati in Consiglio. Le dimissioni – aggiunge – sono la conseguenza del nostro passaggio all’opposizione”.

Almeno tre delle quattro commissioni permanenti  – più la commissione elettorale – cambieranno dunque indirizzo, ad eccezione della prima (Lavori pubblici ed Edilizia privata) in cui Verso il Futuro conserva ancora la maggioranza.

Con la maggioranza nelle commissioni, “il nostro obiettivo primario – conclude Costantino – sarà abbattere i costi della politica. Riproporremo il taglio del 50% delle indennità del sindaco e degli assessori per istituire, con le risorse recuperate, dei bonus solidali per le famiglie in difficoltà economica”.