Polemiche alla vigilia del big-match Sigma Barcellona-Enel Brindisi

- Basket, Sport

Non si é fatta attendere la risposta della società Basket Barcellona dopo il secondo comunicato della Società New Basket Brindisi che annunciava, quasi a malincuore, la partenza verso la Sicilia, appellandosi al venir meno del principio di eguaglianza competitiva. Di seguito, si riportano le affermazioni del presidente Immacolato Bonina: “Le dichiarazioni contenute nel comunicato della società New Basket Brindisi mi appaiono come strumentali e niente più.

Noi stessi abbiamo provveduto a far conoscere a Legadue tutti i voli disponibili ed i percorsi alternativi per raggiungere Barcellona Pozzo di Gotto, questo perchè riteniamo di doverle tentare tutte prima di rinviare una gara. Noi ne avevamo ben cinque la settimana scorsa già pronti in vista della gara di Forlì, ma questa é un’altra storia. A me sembra evidente che la società Brindisi abbia attuato una mossa strumentale per non scendere in campo al Palalberti. Poi, sul dover affrontare la trasferta in pullman, mi sento di dire che la nostra squadra ha sempre raggiunto la Puglia proprio in pullman e lo stesso é accaduto in quindici anni di mia esperienza nel calcio.

Non vedo dove sia il problema di giungere in Sicilia in pullman e non credo che ciò faccia venir meno il principio di eguaglianza competitiva a cui la società pugliese fa così largo riferimento nel suo comunicato stampa. Peraltro, qui in provincia di Messina e in Calabria non ci risulta che ci siano grossi problemi legati al maltempo e relativamente alla viabilità.

E, se Brindisi avrà bisogno di una struttura per allenarsi, non ha che da chiedere e verrà messa in condizione di usufruirne negli orari previsti dai regolamenti, così come é sempre successo con tutte le compagini che abbiamo ospitato. Vorrei inoltre ricordare che, lo scorso 22 novembre, la nostra città é stata colpita da un’alluvione di grossa rilevanza.

La squadra non si é allenata per un’intera settimana, eppure la domenica successiva siamo scesi in campo a Jesi, perdendo. E questo con negli occhi la nostra città ridotta ad uno scenario catastrofico. Ritengo che le partite vadano giocate sul campo senza attaccarsi a sterili strumentalizzazioni. Con o senza la squadra al gran completo”.